Camargue 2012 – un inizio difficile

Pubblicato: 17 agosto 2012 in Uncategorized

La campagna di scavo programmata nei pressi del porto di Saintes Maries de la Mer stenta a decollare. A causa della rottura della pompa di sentina del “Brezehan” la nostra barca appoggio, che al momento si trova a Cassis (circa 14 ore di navigazione da Marsiglia), tutte le operazioni di carico del materiale presso il DRASSM sono ovviamente state rimandate. Se il capitano/meccanico e il mare ci assistono un po’, dovremmo essere pronti e operativi per caricare bombole, compressori e molti altri materiali il mattino di lunedi prossimo venturo. Arrivo previsto a Saintes Marie de la Mer lunedi in serata e inizio delle attività subacquee martedi mattina.
Per nostra fortuna, anche fossimo stati già pronti lunedi scorso, non avremmo potuto fare granché a causa delle condizioni del mare…troppo agitato.

In discesa su un accumulo di pietro forate, basi sulle quali si innestavano gli antichi pontili romani in questa zona Foto di K. Antoniazzi 2ASM

Il fine dichiarato di questa campagna programmata, è l’ampliamento della “Carta archeologia di Camargue”; in pratica una mappatura palmo a palmo del fondale con sondaggi stratigrafici in zone particolarmente interessanti dal punto di vista archeologico perché ricche di accumuli di ceramica o di grosse pietre da costruzione.

Nel nostro caso si tratterà di ispezionare il sito denominato “La redoutte”, identificato lo scorso anno a fine campagna e ancora tutto da scoprire.

“La redoutte” . Foto K. Antoniazzi 2ASM

Annunci

I commenti sono chiusi.