Dragaggio del porto di Genova

Pubblicato: 9 agosto 2012 in Uncategorized

I lavoro che ho appena terminato, assistenza archeologica al dragaggio del porto di Genova, rientrano nei piani di ampliamento del porto turistico al fine di poter ospitare navi da crociera sempre più grandi.

Per tale ragione l’Autorità Marittima di Genova ha deciso di investire in questo enorme progetto che prevede, non solo il dragaggio del sedimento superficiale composto da sabbia e limo, ma di arrivare alla quota di -15m.

Una volta riempita, la bettolina viene trainata dal rimorchiatore sino all’area di scarico dove, sempre con l’ausilio di una benna, viene svuotata del contenuto.

I lavori di dragaggio meccanico sono stati quindi assegnati ad una ditta specializzata in tali lavori, l’olandese ROYAL BOSKALIS WESTMINSTER che, lavorando con turni da 12 ore, 24h su 24h, 7 giorni su 7 entro Natale prevede la conclusione sia del dragaggio del sedimento sciolto in superficie, sia la pulizia del sedimento roccioso risultante dal brillamento di microcariche piazzate in profondità tramite carotatrici.

Sostenuta da quattro piedi mobili, la piattaforma “Rockbuster” ha il compito di posizionare in modo millimetrico gli esplosivi (cariche da 25kg) e farli brillare…con tutta felicità dei gabbiani.

 
Advertisements

I commenti sono chiusi.